Piermanuel Cartalemi, artista di grande talento*

Immagine

Ci sono tre elementi fondamentali che servono come coordinate, per trovare Paternò, guardando dall’oblò di un aeromobile. Il pennacchio dell’Etna, le piantagioni verdi di agrumi e il fiume Simeto, che come un nastro d’argento avvolge e traccia tutto il territorio. Ci sono tutte e tre gli elementi nel bassorilievo di terracotta realizzato da Pier Manuel Maria Cartalemi, con la collaborazione dei ragazzi del corso di ceramica. Ma soprattutto c’è lui, un artista a tutto tondo, che in pochi mesi è riuscito a dare il meglio di se. Lo scorso dicembre ha realizzato un prezioso calice argenteo, donato alla Chiesa di Santa Barbara in occasione della sua riapertura al culto. A Pasqua, ha partecipato ad una collettiva d’arte a Biancavilla, e contemporaneamente ha aderito alla prestigiosa manifestazione di Pascha. Organizzata dalla Proloco di Paternò sulla collina storica. Come allievo ed amico del Maestro Barbaro Messina, ha esposto nella mostra “Sensazioni” presso il palazzo delle Arti, alcune delle sue opere, realizzate in fase di studio accademico, ora sono vicine a quelle di altri bravi artisti paternesi. Tutto questo non stupisce coloro che gli stanno vicino, ho avuto modo di conoscerlo mentre eravamo seduti, poco comodi, sulle panche in una carrozza della “Littorina”. La sua spasmodica affezione per Paternò e per le sue tradizioni, lo rendono autentico, un esemplare cittadino di questa città. Un giovane che non lo si trova in discoteca o in giro a vagabondare, aspettando che qualcuno le faccia una commissione. Casa, bottega e chiesa, ecco perchè ha una visione mistica di questa città malata. In ordine di tempo, il 3 giugno ha finalmente portato a compimento un magnifico sogno. Dopo lunghe ore di lavoro, iniziando l’estate scorsa, sopportando il caldo afoso, e poi il freddo delle giornate d’inverno, in compagnia dei suoi fedelissimi giovani allievi (Salvo Borrata, Salvo Virgillito, Carmelo Orfanò e Andrea Palazzo), ha così realizzato un mastodontico bassorilievo, una preziosa opera d’arte che arricchisce non solo il cortile della scuola G. Marconi, ma la città di Paternò. 600 kg di argilla, più di 200 ore di lavoro, e due settimane per la messa in opera, per una rappresentazione plastica, una visione completa della città di Paternò e dei suoi monumenti artistici, visti dal terrazzo della scuola. La sommità dell’Etna col suo pennacchio, le pale di fichi d’india, le piante sempre verdi delle “zammare”, le piante cariche degli agrumi e le longeve piantagioni di ulivi. Momenti di vita della città, dal giorno quotidiano, al giorno di festa con il fercolo di Santa Barbara in processione. La torre dei Falconieri, le chiese di Sant’Antonio, Santa Margherita, la cupola del Monastero, Santa Caterina, L’Itria, la Gangia, San Giacomo, La Matrice e salendo su per la collina, non poteva mancare la maestosità del Santuario e persino uno scorcio del monumentale cimitero. E un tassello per ricordare la “Soyuz TMA con a bordo l’astronauta Parmitano, il maestro Barbaro Conti con una sua poesia lasciata su un tronco di ulivo. Al centro del magnifico bassorilievo, la fontana o abbeveratoio della “Pallera” o dea Pallade. Fontana realizzata circa nel 1886, ma per sua sfortuna non ha trovato mai collocazione definitiva, così da essere spostata varie volte, perdendo per sempre i pesci da cui fuoriusciva l’acqua. Paternò ricca di acqua, città delle fontane solitamente avvezza a demolire per ricostruire, ora non più. La fontana dal 2009 ha trovato posto nel logo della scuola, ed ora troneggia per sempre, a simbolo del territorio, al centro della scalinata della scuola, ben visibile a tutti i suoi visitatori. Un lavoro che emoziona chiunque, anche lo stesso maestro Barbaro Messina, che ha prestato i suoi forni per la cottura di alcuni pezzi più grossi. Un grazie caloroso di tutta la scuola, a Pier Manuel perchè ha reso possibile con la sua arte il ricordo della storia del territorio.  

* Articolo che uscirà sabato prossimo su La Gazzetta Rossazzurra

 

1 commento su “Piermanuel Cartalemi, artista di grande talento*”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...